Aree protette: il master per la Gestione dello sviluppo locale nei parchi

 

Proteggere e conservare per la ricerca scientifica e lo sviluppo locale è il tema della tavola rotonda - organizzata dal Master di primo livello in Gestione dello sviluppo locale nei parchi e nelle aree naturali - che si terrà venerdì 18 dicembre, alle ore 17.00, a Villa Filiani di Pineto.

Nel corso dell'incontro docenti ed esperti approfondiranno il tema della gestione dei parchi marini e costieri, con particolare attenzione ai litorali abruzzesi e all'Area Marina Protetta Torre del Cerrano.
La tavola rotonda sarà anche l'occasione per assegnare le borse di studio per le migliori tesi agli allievi della sesta edizione del Master.

Sarà, inoltre, presentata la settima edizione - coordinata da Pietro-Giorgio Tiscar, della Facoltà di Medicina Veterinaria - che inizierà a marzo 2010.
Dopo i saluti di Luciano Monticelli, sindaco di Pineto e presidente dell'Assemblea del Consorzio Area Marina Protetta Torre del Cerrano, interverranno Pietro-Giorgio Tiscar, Emilio Chiodo ed Everardo Minardi, docenti del Master, Fulvio Marsilio, preside della Facoltà di Medicina Veterinaria, Gaetano Vallescura, sindaco di Silvi, Davide Calcedonio Di Giacinto, assessore provinciale, e Salvatore Florimbi, vicesegretario generale della Camera di commercio di Teramo.

Il termine per iscriversi al Master in Gestione dello sviluppo locale nei parchi e nelle aree naturali, scade il 5 marzo 2010. Organizzato dalle Facoltà di Medicina Veterinaria, di Agraria e di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Teramo, il Master è realizzato in collaborazione con la Federparchi, l'Associazione Italiana Direttori Aree Protette, tutti i Parchi nazionali, nonché molte Riserve naturali e amministrazioni locali abruzzesi.

Il percorso didattico, attraverso un approccio caratterizzato da un ampio ventaglio di contenuti, propone una formazione interdisciplinare di alta qualità, indispensabile per affrontare le problematiche di gestione, conservazione e sviluppo economico delle aree naturali protette.

Le competenze naturalistiche, zoo-agro-alimentari, sociologiche ed economico-giuridiche acquisite durante il percorso formativo, consentono di operare in maniera innovativa nelle aree protette e, più in generale, nei sistemi di gestione dello sviluppo locale.
Il Master si rivolge sia a chi, operando negli enti parco o negli enti locali, vuole incrementare le proprie competenze gestionali, sia a chi è interessato a operare, come professionista, nel sistema delle aree protette, come i parchi e le riserve naturali, che coprono in Italia oltre il 10% del territorio, delle Aree Marine Protette (circa 30.000 Kmq di superficie) e della rete Natura 2000 che comprende attraverso i Siti di Importanza Comunitaria (SIC) e le Zone di Protezione Speciale (ZPS) un'estensione che arriva al 20% di territorio nazionale.
Il bando del Master e il modulo per la domanda di iscrizione sono disponibili sul sito www.unite.it
 
 
 
Ultimo aggiornamento: 17-12-2009
Seguici su