Incontro con Serge Latouche, il teorico della decrescita, giovedì 22 gennaio a Scienze politiche

 
Serge Latouche
Serge Latouche

Giovedì 22 gennaio - ore 10,00 - Sala delle lauree - Facoltà di Scienze politiche


Dentro la crisi della economia globale: crescita, decrescita, felicità.
Prospettive per lo sviluppo locale

Con

Serge Latouche

Antropologo ed economista, Università Di Parigi

Leonardo Becchetti

Economista, Università Di Roma Tor Vergata

---------------------
Serge Latouche, professore emerito di scienze economiche all'Università di Paris-Sud, è specialista dei rapporti economici e culturali Nord-Sud ed è uno dei principali teorici della decrescita
Il termine "decrescita" suona come una scommessa o una provocazione: se è ormai riconosciuto che il perseguimento indefinito della crescita è incompatibile con un pianeta finito, le conseguenze (produrre meno e consumare meno)sono invece ben lungi dall'essere accettate. Ma se non vi sarà un'inversione di rotta, ci attende una catastrofe ecologica e umana. Ma siamo ancora in tempo per immaginare un sistema basato su un'altra logica, quella di una "società di decrescita": ridurre il saccheggio della biosfera non può che condurci ad un miglior modo di vivere.
Questo processo comporta otto obiettivi interdipendenti, le 8 R: rivalutare, ricontestualizzare, ristrutturare, rilocalizzare, ridistribuire, ridurre, riutilizzare, riciclare. Tutte scelte che insieme possono portare ad una decrescita serena, conviviale e pacifica. Serge Latouche è autore di numerose pubblicazioni tra cui: Breve trattato sulla decrescita serena (Bollati Boringhieri) La Scommessa della Decrescita (Feltrinelli).
 
 
 
Ultimo aggiornamento: 26-01-2009
Seguici su