Progetto OASIS "Open Adriatic Sea Integrated System": il 17 marzo un convegno sulla qualificazione e il controllo dei prodotti ittici

 
Progetto OASIS - Open Adriatic Sea Integrated System
Progetto OASIS - Open Adriatic Sea Integrated System

Lunedì 17 marzo - ore 14.30 - Facoltà di Medicina veterinaria - Piazza Aldo Moro


Qualificazione e controllo dei prodotti ittici in un'ottica transadriatica


Programma

Introduzione ai lavori

AlbertoVergara
Direttore della Scuola di specializzazione in Ispezione degli alimenti di origine animale, Università degli Studi di Teramo

Il progetto di cooperazione Interreg III A OASIS
Pietro-Giorgio Tiscar
Facoltà di Medicina Veterinaria , Università degli Studi di Teramo

Montenegro fishery productions and commercial relationships between Montenegro and other Adriatic countries
A. Joksimovic
Marine Biology Laboratory of Kotor, Montenegro

Health emergencies in the Albanian seafood productions
Bizena Bijo
Veterinary Medicine Faculty, University of Tirana

Seafood controls organization in Albania
Kapllan Sulaj
National Institute of Food and Veterinary Security of Albania

Strumenti di valorizzazione, certificazione e tracciabilità nell'ambito del prodotto ittico
F. Onofri
ASSAM Marche

Elementi di valutazione qualitativa delle produzioni di acquacoltura
A. Roncarati
Facoltà di Medicina Veterinaria, Università degli Studi di Camerino

Il Centro di Referenza Nazionale per I Molluschi e l'attività di controllo su metalli pesanti e biotossine in Adriatico
E. Rocchegiani
Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Umbria e Marche

E' stata richiesto l'accreditamento di 0,5 CFU per gli studenti dei Corsi di Laurea in Medicina Veterinaria, Biotecnologie e Tutela e Benessere Animale


 

Progetto OASIS - Open Adriatic Sea Integrated System

La giornata di studi è legata al Meeting internazionale dei partecipanti al progetto InterregIIIA "OASIS" che si svolgerà nella sede della Provincia di Teramo dal 17 al 18 marzo. Al progetto OASIS "Open Adriatic Sea Integrated System" sostenuto dal programma Interreg IIIA del quale la Provincia di Teramo è Lead parntner ed il Prof. Tiscar responsabile scientifico, contribuiscono le Province Adriatiche poste lungo il litorale compreso tra Pesaro-Urbino e Lecce attraverso le principali Istituzioni scientifiche presenti sul territorio e operanti nel settore delle risorse ittiche. Contribuiscono all'azione, inoltre, partners transadriatici dell'Albania e del Montenegro.

Lo scopo del progetto è contrastare il declino della pesca e contribuire alla preservazione e valorizzazione della biodiversità dell'area costiera adriatica centro-meridionale, attraverso la messa a punto di azioni comuni per la gestione integrata delle risorse ittiche. Le attività principali riguardano lo sviluppo della cooperazione economica fra gli operatori del settore ittico, tra questi e i centri di ricerca e le istituzioni locali dei litorali Adriatici, attraverso l'instaurarsi di una rete operativa in grado di fornire azioni di assistenza tecnica, formazione e disseminazione, trasferimento di buone pratiche e di conoscenza tecnologica ed organizzativa.

L'Università degli Studi di Teramo, attraverso il lavoro del Dipartimento di Scienze biomediche comparate, partecipa al progetto con una convenzione con la Provincia di Teramo; all'esecuzione delle attività progettuali cooperano 24 collaboratori afferenti anche ad altri tre Dipartimenti (Scienze degli Alimenti, Teorie e politiche dello sviluppo sociale, Scienze Giuridiche Privatistiche) a riprova dell'approccio trasversale e multidisciplinare che tematiche come quella in oggetto rendono obbligatorio e che l'Ateneo teramano riesce ad affrontare mediante le proprie esperienze.
 
 
 
Ultimo aggiornamento: 13-03-2008
Seguici su