Programma Tempus

E' stata pubblicata la " terza call for proposals" del programma Tempus IV , disponibile sul sito del programma all'indirizzo:

TEMPUS finanzia la modernizzazione delle università nei Paesi partner e contribuisce alla creazione di un'area di cooperazione nel settore dell'istruzione universitaria tra l'Unione europea e i Paesi Partner confinanti con l'Unione europea. In particolare, il programma promuove la convergenza volontaria verso gli sviluppi della politica europea nel settore universitario, così come sono stati delineati dall'agenda di Lisbona e dal Processo di Bologna.

Obiettivi
1. Promozione della riforma e modernizzazione del sistema universitario nei Paesi Partner

2. Sviluppo della qualità e della rilevanza dell'istruzione universitaria nei Paesi Partner

3. Crescita della capacità delle istituzioni universitarie nei Paesi Partner e nell'UE, con particolare riferimento alla loro capacità di cooperare a livello internazionale e per il processo di modernizzazione permanente e per l'assistenza verso l'apertura alla società civile, il mondo del lavoro e del mondo in generale al fine di:
  • superare la frammentazione del sistema universitario tra Stati e tra istituzioni dello stesso Stato;
  • rafforzare inter-disciplinarietà e trans-disciplinarietà;
  • rafforzare l'impiegabilità dei laureati;
  • fare dell'Università europea un'area più visibile e attraente nel mondo;
  • incoraggiare lo sviluppo delle risorse umane;
  • accrescere lo scambio reciproco tra popoli e culture dell'UE e dei Paesi Partner .  
Tipologie di attività

Le due tipologie di attività previste sono
  1. Joint Projects : Si realizzano a livello di singole istituzioni universitarie, si fondano sulla partnership multilaterale tra istituzioni universitarie nell'UE e nei Paesi Partner e hanno come obiettivo il trasferimento di conoscenza dalle università dell'UE verso le università del Paesi Partner o tra le stesse università dei Paesi Partner. 
  2. Structural Measures : Si realizzano al livello nazionale e consistono in interventi a sostegno della riforma strutturale dei sistemi universitari o di un quadro strategico di sviluppo che le competenti autorità nazionale dei Paesi Partner hanno chiaramente individuato come priorità. Chi può presentare un progetto I proponenti devono essere persone giuridiche con sede nell'UE o in uno dei Paesi Partner.

I proponenti per Joint Projects devono essere:
  • Istituzioni universitarie, pubbliche o private, riconosciute a livello nazionale e abilitate per il rilascio di titoli universitari o di livello equivalente. Tali istituzioni devono aver aderito alla Erasmus University Charter;
  • associazioni/organizzazioni/ reti di istituzioni universitarie dedicate alla promozione, lo sviluppo e la riforma del sistema universitario europeo, così come la cooperazione nell'UE e tra l'UE e le altre parti del mondo.
L'obiettivo principale di tali associazioni/organizzazioni/ reti di istituzioni deve essere il settore universitario. 

I proponenti per Structural Measures devono essere:
  • entità giuridiche che possono proporre Joint Projects;
  • organizzazioni nazionali o internazionali di rettori, insegnanti o studenti.
Chi può essere partner
  • Autorità pubbliche (Ministeri, amministrazioni nazionali, regionali e locali) oppure organizzazioni pubbliche;
  • Organizzazioni di rettori, insegnanti o studenti;
  • Organizzazioni non governative;
  • Parti sociali o le rispettive organizzazioni di formazione;
  • Camere di commercio, Camere del lavoro o altre organizzazioni professionali pubbliche o private;
  • Imprese pubbliche o private
Paesi coinvolti
  • 27 Stati membri dell'UE
  • 27 Paesi Partner dei Balcani occidentali, Europa orientale, Asia centrale e Mediterraneo
  • Turchia, Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera possono partecipare come partner ma senza poter essere destinatari di finanziamenti da parte dell'UE 
Scadenze
  • 9 marzo 2010   - (ore 12,00 di Bruxelles) 
Risultati delle selezioni: fine di luglio 2010


 
 
Ultimo aggiornamento: 17-12-2009
Seguici su