Quinte giornate dei Diritti linguistici: quest'anno si discute della promozione della diversità linguistica

Quinte giornate dei Diritti linguistici

19 - 21 Maggio | Facoltà di Giurisprudenza - Campus di Coste Sant'Agostino | Civitanova Marche, Sala Conferenze Eurosuole S.p.A., via Sandro Pertini 8, zona industriale "A"


Convegno internazionale “Plurilinguismo e mondo del lavoro”

Professioni, operatori e attori della diversità linguistica.

Il Progetto LEM per la promozione della diversità linguistica


Le Quinte Giornate dei Diritti Linguistici, che costituiscono una tappa del convegno itinerante su “Plurilinguismo e mondo del lavoro”, saranno l’occasione per conoscere e dibattere intorno alle iniziative e alle imprese generate dall’istanza di protezione/promozione della diversità linguistica, e alle relative figure professionali. Attraverso alcune conferenze, diverse sessioni tematiche di comunicazioni e uno spazio per poster e stands, il convegno consentirà di far conoscere a un pubblico di specialisti e non specialisti (studenti, amministratori locali, imprenditori ecc.) e quindi a diffondere, su più vasta scala, ragioni, fondamenti e dinamiche delle azioni più efficaci e all’avanguardia nel campo della promozione della diversità linguistica, dentro e fuori l’università. Sempre con taglio fortemente interdisciplinare, il convegno esplorerà anche le criticità, le resistenze contro cui si scontra il discorso a favore della diversità linguistica e del plurilinguismo.

 

Referenti organizzazione GDL2011

 

Unità di Teramo

Giovanni Agresti, UniTeramo - 3478107634 - gagresti@unite.it

 

Unità di Civitanova Marche

Cristina Schiavone, UniMacerata - cristina.schiavone@unimc.it



 

Programma

Giovedì 19 maggio

 

Ore 9.00 - Sala delle lauree - Facoltà di Giurisprudenza

9:00 - Registrazione dei partecipanti

9:30 - Saluto delle Autorità e apertura dei Lavori


Introduce

Enrica Galazzi, Università Cattolica di Milano, Coordinatrice del convegno itinerante “Plurilinguismo e mondo del lavoro”


Modera Giovanni Agresti, Presidente Associazione LEM-Italia  


10:00 - Conferenze di apertura


Alexey Kozhemyakov, Segretariato della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie, Consiglio d’Europa,  Application of the European Language Charter in economic and social life

Christian Tremblay, Observatoire européen du plurilinguisme, Actions, missions, structure et stratégie de l’OEP


Modera Henri Giordan, Direttore del portale LEM (Lingue d’Europa e del Mediterraneo)


10:50 - Dibattito


Sessione plenaria monotematica di comunicazioni Le professioni della diversità linguistica

Presidente di seduta: Danielle Londei, Università di Bologna


11:30

Caterina Falbo , Università degli Studi di Trieste (Italie), « Interprete » et « mediatore linguistico-culturale » : deux figures professionnelles opposées ?


Marie-Pierre Escoubas-Benveniste , Università di Roma “La Sapienza”(Italie), Former des adultes impliqués dans des collaborations transnationales à l’intercompréhension des langues romanes : le projet PREFIC


Hélène Riel-Salvatore, Université McGill – Montréal (Canada), Le projet de formation et de maintien en poste du personnel de la santé de l’Université McGill


12:30 - Dibattito


13:00 - Apertura del 1° Salone LEM della diversità linguistica e culturale


Espositori:

  • Società Dante Alighieri  
  • Éditions MicRomania (Communauté française de Belgique)
  • Comune di Rosciano – Associazione culturale Villa Badessa  
  • Associazione culturale San Benedetto
  • Aracne editrice , Roma  
  • Sigraf editrice, Pescara  
  • Società Smallcodes, Firenze
  • Istituto d’arte “Vincenzo Bellisario” , Pescara  
  • I.S.I.T., Trento
  • Associazione culturale LEM-Italia , Teramo
  • Vallardi editrice, Milano
  • Terpress. Urbana comunicazione

 Durante il Salone e per tutta la durata del Convegno sarà possibile visitare l’esposizione di grafica "Vedere, disegnare la diversità linguistica " a cura della prof.ssa Mariarosa Paol’Emilio e degli studenti della 4a D dell’Istituto d’arte “Vincenzo Bellisario” di Pescara


14:45 Conferenza


Boubacar Boris Diop, Scrittore, Senegal,  Etre écrivain francophone aujourd’hui


Modera Cristina Schiavone, Università di Macerata


Ore 15.45 - Sala delle lauree - Facoltà di Giurisprudenza

Ore 15.45 - Aula 10 - Facoltà di Giurisprudenza

 

Politiche linguistiche

Presidente di seduta: Christian Tremblay, Observatoire européen du plurilinguisme

15:45

 

Bojan Brezigar, Comitato istituzionale paritetico per i problemi della minoranza slovena in Italia , La minoranza slovena in Italia: tra norme giuridiche e situazione reale


Michel Doucet, Université de Moncton (Canada), Les droits linguistiques au Nouveau-Brunswick : à la recherche de l’égalité réelle


Emilienne Kobelt, Université de Lausanne (Suisse), Enjeux de la promotion du plurilinguisme dans les administrations publiques : le cas de l’administration fédérale Suisse


Serge Rousselle, Université de Moncton (Canada), La diversité linguistique et les droits scolaires des minorités de langue officielle au Canada : une histoire de développement durable


Amélie Hien - Michel Giroux, Université Laurentienne, Ontario (Canada), La Loi sur les services en français de l'Ontario et le domaine de la santé: le cas de la Ville du Grand Sudbury

Progetti formativi

Presidente di seduta: Danielle Lévy, Università di Macerata


Mathilde Anquetil – Francesca Vitrone, Università degli Studi di Macerata (Italie), Rappresentazioni del plurilinguismo e formazione interculturale di e tra docenti e studenti dal territorio marchigiano


Nina Cuciuc , Université “Mihail Kogălniceanu” de IAŞI (Roumanie), La promotion de la diversité linguistique par intégration culturelle des élèves roumains dans l’espace de l’UE


Azadeh Fessanghari , Université de Sabzévar (Iran), Parenté des langues au profit du multilinguisme


Sandra Lucietto – Olimpia Rasom, IC Tuenno e Sovrintendenza Ladina, con la Libera Università di Bolzano (Italie), La consulenza ad un team di docenti CLIL in un progetto innovativo di sperimentazione plurilingue.


Edith Cognigni – Silvia Vecchi, Università degli Studi di Macerata (Italie), Verso una didattica del plurilinguismo   / pluriculturalismo: quali saperi per una formazione del docente di lingue?


 

Venerdì 20 maggio

 

Ore 9.00 - Sala delle lauree - Facoltà di Giurisprudenza

9:00 - Registrazione dei partecipanti

9:30 - Conferenza


Carlo Zoli, Smallcodes, Le tecnologie di aiuto alla scrittura e la lessicografia dialettale come strumenti di politica linguistica per le lingue minoritarie


Modera Massimo Arcangeli, Università di Cagliari


Ore 10.30 - Sala delle lauree - Facoltà di Facoltà di Giurisprudenza

Ore 10.30 - Aula 10 - Facoltà di Facoltà di Giurisprudenza

 

Sessione parallela di comunicazioni

Politiche linguistiche


Presidente di seduta: Marie-Christine Jullion, Università Statale di Milano


Nourredine Bessadi, Université Mouloud Mammeri - Tizi Ouzou, L’accès à la langue du droit comme droit linguistique des berbérophones d’Algérie

 

Denis Roy, Université de Moncton (Canada), De la démocratie et de la sécurité

 

Prum Rithy, Institut de Technologie du Cambodge (ITC), Phnom Penh (Cambodge), Plurilinguisme et développement : le cas du Cambodge

 

Annalisa Grazia Bonomo, Università Kore – Enna (Italie), La diversità linguistica tra plurilinguismo, mediazione e traduzione

 

Sébastien Quenot - Romain Colonna, Université de Corse – Corti (Corse), La gouvernance de la planification linguistique en Corse depuis 2002

 

Nicolas Sorba, Université de Corse – Corti (Corse), De la polynomie corse au plurilinguisme. D’une langue minorée aux autres langues


Sessione parallela di comunicazioni brevi

Poster


Presidente di seduta: Maria Catricalà, Università di RomaTRE


Thérèse Caron, Université de Montréal (Québec), Bilinguisme entre université et monde du travail: Un executive MBA à l’intention de gestionnaires expérimentés

 

Sara Di Pietrantonio, Università dell’Aquila (Italie), L’insegnamento delle lingue straniere come politica pubblica: il caso italiano

 

Rosella Pellerino, Associazione Espaci occitan, Dronero (Italie), Un attore della diversità linguistica: l’Espaci Occitan di Dronero


Rosa Sorda – Anna Conte, Associazione LEM-Italia, Memoria storica collettiva del popolo faetano e cellese


Stefania Scaglione, Università per Stranieri di Perugia (Italie), I bambini e la diversità linguistica: un’indagine nella scuola primaria italiana

 

Sophia Simon, Università di Zurigo (Suisse), L’alguerès – un dialetto catalano in Sardegna fra normatizzazione e autoaffermazione. Protagonisti e comparse di una politica linguistica fatta su misura

 

Eneritz Zabaleta, Université de Pau et des Pays de l'Adour (France), La politique publique en faveur de la langue basque en France: entre verrou juridique et promotion de la diversité linguistique

 

Ore 12.45 - Sala delle lauree - Facoltà di Giurisprudenza

Presentazione dell’Atlante mondiale delle lingue

di Roland Breton - Vallardi Editore, 2010

A cura di René G. Maury, Domenico Silvestri, Cristina Vallini, Roland Breton


13:30 - Pausa pranzo


15:00 – 17:40

Tavola rotonda: il Progetto LEM per la promozione della diversità linguistica


Partecipanti previsti:

Giovanni Agresti , Huguette Albernhe, Massimo Arcangeli, Julien Béthencourt, Danielle Pinkstein, Henri Giordan

Aurélia Lassaque, Danielle Londei, Everardo Minardi


La tavola rotonda “Il progetto LEM per la promozione della diversità linguistica” permetterà di presentare i diversi aspetti del progetto Lingue d’Europa e del Mediterraneo (LEM). Questo progetto, ideato da Henri Giordan, direttore di ricerca onorario al CNRS, con il sostegno del Ministero della Cultura Francese, è incentrato sulla creazione e lo sviluppo di un sito Internet www.portal-lem.com. Il progetto si sta sviluppando con il contributo di una équipe italiana, guidata da Giovanni Agresti. Il LEM è nato dall’idea che la lingua è quanto di più intimo esista nella costruzione dell’identità, a livello individuale come a livello di gruppo. La paura del “diverso ci coglie davanti ad una parola incomprensibile che colpisce la parte più intima del nostro essere, nel desiderio di comunicare che è ancorato in ciascuno di noi. La diversità, avvertita come una minaccia alla nostra identità, genera comportamenti di rigetto e di ostilità. La conoscenza permette di gestire queste reazioni. Conoscere la lingua dell’Altro o almeno cosa essa rappresenti e le opere che la nobilitano è probabilmente il modo migliore per preparare un dialogo indispensabile alla Pace. Per vincere questa battaglia, è necessario avvicinare a questa causa la più larga opinione pubblica. Si tratta di sviluppare l’insegnamento delle lingue e di agire a monte, inventare mezzi per sviluppare una curiosità per le lingue, un desiderio di lingua, nel più grande numero di persone possibile. È questa convinzione che ispira l’insieme di queste nostre iniziative. La creazione di un sito Internet ci è parsa essere lo strumento ideale per contribuire all’educazione dell’opinione pubblica, tanto più che attualmente non esiste nessun sito rispondente a questa funzione. Questo progetto di sito Internet potrà essere associato a quello di un libro interattivo, opera stampata e associata a contenuti interattivi scaricabili su un telefono o un computer.


18:00 - Chiusura Salone della diversità linguistica


20:15 - Proiezione del film Arte del Viaggio, Arte dell’Incontro - Giulianova, Loggiato del Belvedere.


Modera

Riccardo Finocchi, LUMSA Roma


Siamo in Abruzzo, a metà cammino tra l’Adriatico e gli Appennini. Villa Badessa, frazione del Comune di Rosciano (Pe), fondata nella prima metà del 1700 da alcune famiglie arbëresh provenienti dalla Cimarra (territorio di confine posto tra l’Albania e la Grecia), è un luogo carico di suggestioni, sospeso tra la Chiesa di S. Maria Assunta, dove ancora oggi si conserva il rito cattolico-bizantino, e i campi di ulivi tutt’intorno. Qui, oggi, nessuno parla più la lingua arbëresh. Gli anziani del villaggio ricordano solo qualche parola, qualche espressione. Ma, come talvolta accade al momento del tramonto, il desiderio prende il testimone della Storia per provare a mutarne il corso. O, almeno, per cercare di dare un senso diverso al cambiamento. Così, alcune persone di buona volontà hanno deciso di mettersi al lavoro, dando vita al II° Festival delle letterature minoritarie d'Europa e del Mediterraneo, un evento che ha unito per qualche giorno artisti, intellettuali, curiosi, gente del posto e gente di ogni luogo. E Villa Badessa si è destata. La sua via, gli angoli di verde, i cortili, le case antiche riaperte dopo decenni di oblio, i suoi abitanti vecchi e nuovi, tutto ha rimesso in moto la macchina dell’immaginario. Nuove storie, a un tempo locali e universali, sono ormai legate a questi luoghi, e tesori nascosti della

memoria sono tornati alla luce. Questo film è il racconto di quei giorni memorabili.


Regia di SIMONE DEL GROSSO

fotografia ANTONIO ROSANO

musiche ADRIA

produzione ASSOCIAZIONE LEM-ITALIA in collaborazione con LOGICFILM

produzione esecutiva LOGICFILM distribuzione ASSOCIAZIONE LEM-ITALIA


Guarda l'anteprima del film


Sabato 21 maggio

 

Ore 9.30 - Civitanova Marche, Sala Conferenze Eurosuole S.p.A., via Sandro Pertini 8, zona industriale "A"

9:30 - Saluto delle Autorità


10:00 - Conferenze

Fernand de Varennes, Murdoch University, Perth (Australia) e Institut de fédéralisme et d'études juridiques, Ethiopian Civil Service College, Addis Abeba (Etiopia), Mondialisation, monde du travail et droits linguistiques


Giovanni Agresti, Université de Teramo – Cristina Schiavone, Université de Macerata, Il progetto di Scrittura web Plurilingue per le Imprese Commerciali e Culturali in Area Euromediterranea (SPICCARE–LEM)


Modera Daniela Fabiani, Università di Macerata


11:00 - Dibattito


Sessione plenaria monotematica di comunicazioni: Plurilinguismo e mondo del lavoro

Presidente di seduta: Michele De Gioia, Università di Padova


11:45

Yamina Chafia Benmayouf , Université de Constantine (Algérie), Le choix du plurilinguisme pour nommer les entreprises nouvelles et leurs produits depuis les années 80 en Algérie

 

Loredana Trovato, Università degli Studi Kore – Enna (Italie), Le français du tourisme à l’épreuve de la diversité linguistique et de la globalisation

 

Nuria Pérez Vicente, Università degli Studi di Macerata (Italie), La mediazione interculturale come risorsa nella formazione dell’operatore della diversità linguistica

 

Maria Catricalà, Università di RomaTRE (Italie), I brevetti del non–luogo: i diritti dell’inventore europeo e nuove questioni linguistiche

 

12:45 - Dibattito

13:15 - Chiusura dei lavori e annuncio delle Seste Giornate dei Diritti Linguistici



Pomeriggio - Seminari di formazione per redazione Atti GDL2011 e per allargamento collaborazioni Progetto LEM

Assemblea Associazione LEM-Italia



Comitato scientifico

Giovanni Agresti, Ahmed Boukous, Michele De Gioia, Marina Dumitriu, Enrica Galazzi, Henri Giordan, Aline Gohard-Radenkovic, Marie-Christine Jullion, Alexey Kozhemyakov, Danielle Londei, Danielle Lévy, Annarita Miglietta, Cristina Schiavone, Alberto Sobrero, Tullio Telmon.

Quinte giornate dei Diritti linguistici
 
 
Ultimo aggiornamento: 20-05-2011
Seguici su