La ricerca

Le linee di ricerca condotte presso la Facoltà sono in coerenza con gli obiettivi della ricerca dei Piani Strategici 2016-2018 e 2019-2021 dell’Ateneo e con le sue Politiche di Qualità. La Facoltà di Medicina Veterinaria è risultata, inoltre, vincitrice nella selezione dei “Dipartimenti universitari di eccellenza “2018-2022” bandita dal MIUR (con il Progetto Demetra), i cui fondi saranno destinati anche alla valorizzazione e al rafforzamento dell’eccellenza della ricerca.

 

Nella Facoltà di Medicina Veterinaria operano e collaborano diversi gruppi appartenenti a materie di base (anatomia, biochimica, fisiologia, embriologia), professionalizzanti non cliniche (malattie infettive, malattie parassitarie, patologia generale e anatomia patologica, ispezione degli alimenti, nutrizione e zootecnia) e professionalizzanti cliniche (medicina interna, chirurgia e clinica ostetrica), nell’ambito delle tre macro-aree di ricerca:

  1. Sanità pubblica ed animale;
  2. Benessere animale;
  3. Scienze Veterinarie.

La Facoltà si propone di consolidare/espandere i filoni di ricerca principali che abbracciano la maggior parte delle competenze, se non tutte, dei diversi gruppi, in termini di multi-interdisciplinarietà. La Facoltà inoltre persegue politiche di sinergia con istituzioni esterne pubbliche e private sia per la formazione e l'aggiornamento del personale Docente di ruolo, sia per aprire nuove possibilità di reclutamento e formazione di nuovo personale adibito alla ricerca (es., RTDb, RTDa, borse di Dottorato di Ricerca, Assegni di Ricerca).

 

Allo stato attuale, la Facoltà esprime eccellenze sia nella ricerca di base, che in quella applicata professionalizzante. 

 

 
 
 
Ultimo aggiornamento: 03-03-2021
Seguici su